Approda nella nostra città il progetto “Nonno Vigile”
Politica Politiche Sociali Ultima Ora

Approda nella nostra città il progetto “Nonno Vigile”

Città di Eboli

Comunicato stampa

Approvato all’unanimità il progetto “Nonno/a Vigile”

Il progetto di volontariato sociale che vedrà impegnati i cittadini ebolitani tra i 60 ed i 75 anni che vorranno contribuire alla sorveglianza dei bambini dinanzi alle scuole negli orari di entrata e d uscita, nonché eventualmente svolgere altri servizi di ausilio alla Polizia Municipale, ha ottenuto il voto unanime del Consiglio Comunale.

Si tratta di un progetto inserito nel programma elettorale dell’Amministrazione Conte e fortemente sostenuto dall’Assessore alla Sicurezza Antonio Corsetto.

Il regolamento approvato, cui farà seguito un bando pubblico destinato agli over 60, è il frutto di un lavoro congiunto dei consiglieri di maggioranza e di minoranza attraverso la Commissione presieduta da Adolfo Lavorgna.

I nonni vigili, che dovranno garantire un impegno massimo di 4 ore giornaliere, oltre che dinanzi alle scuole potranno essere impiegati in compiti di monitoraggio delle aree verdi, parchi e giardini pubblici ed area cimiteriale per concorrere alla vigilanza ed assistenza, anche durante le manifestazioni sportive, culturali e religiose.

Dopo aver risposto al bando pubblico se in possesso dei requisiti e di idoneità psicofisica specifica, affronteranno un colloquio col Comandante della Polizia Municipale e quindi un corso teorico e pratico a cura del personale della Polizia Municipale, per definire compiti e ruoli, prima di entrare “in servizio”.

Ognuno di loro avrà la copertura assicurativa ed un rimborso spese e sarà dotato di casacca catarifrangente, tesserino, berretto, paletta e fischietto.«Ritengo che sia un grande risultato per la valenza sociale del progetto. – ha dichiarato l’Assessore alla Sicurezza e alla Legalità Antonio Corsetto – Una grande soddisfazione la mia anche perché il Consiglio Comunale ha votato all’unanimità il provvedimento. A loro il mio ringraziamento per la fattiva partecipazione e collaborazione».