Comune di Eboli: Chiarimenti relativi ad alcune vicende affrontate dagli Organi di Informazione (Spese, Lavori, Eventi, Videosorveglianza) 
Politica Ultima Ora

Comune di Eboli: Chiarimenti relativi ad alcune vicende affrontate dagli Organi di Informazione (Spese, Lavori, Eventi, Videosorveglianza) 

Nota stampa del Comune di Eboli

Chiarimenti relativi ad alcune vicende affrontate dagli Organi di Informazione (Spese, Lavori, Eventi, Videosorveglianza)

Il costo dei ciclamini commissionati dal Comune per abbellire le aiuole ammonta ad euro € 15.750,00 oltre ad € 3.465,00 per IVA al 22% per un totale di € 19.215,00 IVA inclusa liquidati alla ditta agricola Mazzeo che ha ricevuto incarico dopo indagine Mepa. Trattasi di ciclamini a stelo lungo (quindi la pezzatura più grande tra le varie esistenti) più resistenti: La ditta Mazzeo, che ha sede in Eboli, ha anche effettuato uno sconto sui prezzi di mercato.

Per quanto riguarda invece la determina da euro 48mila circa (precisamente dell’importo di € 39.874,02 – oltre IVA al 22% pari a € 8.772,28 per un totale di € 48.646,30 IVA inclusa) liquidata a Vivai Piante Isola Verde di Francesca Feleppa, con sede in Eboli, si precisa che trattasi di lavori di manutenzione di diverse strade comunali, lavori che la ditta, sebbene nata come vivaio, può svolgere per ampliamento oggetto societario e che essa è risultata la migliore offerente per i lavori in questione. I lavori sono stati effettuati nelle seguenti zone: contrada Boscariello, zona Prato, Casarsa, zona ex 167, via Carnale, Fontanelle, Grataglie, Campione alto, tratto comunale della strada per Olevano, Bivio S.Cecilia, zona Pip, centro città. Si comunica, incidentalmente, che grazie alla Manutenzione degli ultimi due anni i sinistri sulle strade comunali sono diminuiti del 95%.

Vicenda eventi natalizi: la cifra di 120mila euro era la previsione iniziale che comprendeva lo svolgimento dei 40 eventi previsti, gli addobbi natalizi e le luminarie, il palco per ogni esibizione, le luci, il service, la filodiffusione, la comunicazione etc…Tale cifra preventivata è già scesa a circa 80mila euro a causa degli imprevisti di salute che hanno determinato la cancellazione di tre eventi. Ma si tratta, finora, solo di una previsione di spesa poiché le somme verranno liquidate, voce per voce, solo a rendicontazione pervenuta. Dunque la somma finale potrebbe ulteriormente diminuire. Per quanto riguarda il successo del cartellone si segnala che solo per un paio di eventi, complice il clima rigido, non vi è stato un riscontro positivo, ma per tutti gli altri (vedi ad esempio Compagnia dei Folli, Babbo Natale, Associazioni sportive in Piazza, Presepe Vivente, Concerti vari nelle sale comunali, e da ultimo il concerto di fine anno e la Befana con i vigili del Fuoco, il gradimento è stato notevole e la presenza di pubblico altrettanto.

Si segnala poi che le case popolari dove si sono verificate le infiltrazioni non sono di proprietà comunale bensì dell’Acer e che dall’ente sono partire numerose segnalazioni e solleciti ad effettuare gli interventi di manutenzione necessari che non possono, purtroppo, essere eseguiti direttamente dall’ente comunale.

 

Infine la situazione illuminazione impianti sportivi. Il verificarsi di un guasto all’interruttore principale aveva lasciato l’esterno del Palasele al buio. Il pronto intervento dell’ufficio manutenzione ha già ovviato al problema. Luci riaccese. E’ invece di diversa entità la problematica per il Dirceu. In questo caso si sono bruciate le centraline di alimentazione delle torri faro. L’impianto risale agli anni 90 e il preventivo richiesto per la sostituzione delle centraline ammonta a circa 80mila euro. Una cifra notevole cui si potrà attingere col nuovo bilancio, ma che potrebbe anche non essere risolutiva. Le centraline in questione, infatti, sono interrate e soggette a cortocircuito. L’Amministrazione, pertanto, con il supporto degli uffici sta verificando soluzioni più efficaci e al passo con i tempi, anche in vista della necessità di autoproduzione dell’energia e della necessità di risparmio dei consumi.

 

Situazione videosorveglianza. È stata necessaria conferenza di servizi e confronto con la ditta che ha in gestione la pubblica illuminazione per poter procedere. Al momento i lavori di installazione sono in corso e alcune videocamere sono già state montate e provate singolarmente. Intanto si è dovuto anche procedere all’approvazione del nuovo regolamento di videosorveglianza uniformandolo alle recenti innovazioni legislative proprio relativamente alla protezione dei dati personali.