EBOLI & POLITICHE GIOVANILI. Bando “Giovani in Biblioteca” – persi 150.000 per lentezze burocratiche del Comune: L’Accusa della ONMIC cittadina che resta in attesa anche della nomina del “Garante Persona Disabile”
Associazioni Ultima Ora

EBOLI & POLITICHE GIOVANILI. Bando “Giovani in Biblioteca” – persi 150.000 per lentezze burocratiche del Comune: L’Accusa della ONMIC cittadina che resta in attesa anche della nomina del “Garante Persona Disabile”

Eboli, 21 febbraio 2024

La delegazione O.N.M.I.C. di Eboli, da sempre attenta ai temi delle politiche giovanili, ha appreso dal Decreto n.168 del 13/02/2024 che il progetto con il quale ha partecipato insieme al Comune di Eboli, all’associazione Cinema Social a.p.s. e la cooperativa sociale Emanuel al bando “Giovani in Biblioteca” è stato dichiarato ammissibile ma non finanziabile. Trattandosi di un bando c.d. “a sportello”, insieme alla qualità del progetto, ricoprivano particolare importanza le tempistiche di presentazione dello stesso. Compito del Comune di Eboli era quello di presentare tale progetto in tempi congrui. Dal decreto si evince come siano stati finanziati tutti i progetti presentati prima del 27 ottobre 2022. Essendo stati messi a conoscenza di tale bando solo a settembre 2022, in pochi giorni, data la natura dello stesso, gli enti presentavano il progetto definitivo al Comune di Eboli. L’ammontare del finanziamento di euro 150.000,00, diviso equamente fra gli enti e il comune, sarebbe risultato utile a riqualificare la nostra biblioteca e a sovvenzionare i progetti delle tre associazioni. I tempi di invio del progetto però sono risultati più lunghi di quanto preventivato e , ad oggi, non possiamo che mostrare il nostro rammarico per questa, ennesima, opportunità persa. La nostra delegazione, in questi ultimi anni, ha sempre collaborato con ogni realtà e ha sempre dimostrato disponibilità per ogni attività che potesse essere utile alla nostra città. Rimaniamo, inoltre, ancora in attesa di novità sulla figura del Garante della Persona Disabile, da noi richiesta ormai nel lontano 2021. Con lo spirito di collaborazione che ci contraddistingue, aspettiamo delucidazioni in merito alla mancata presentazione del bando nei tempi prestabiliti e novità su quello riguardante la nomina della figura del Garante della Persona Disabile. Da sempre vicini ai giovani, ci auguriamo che questa mancata opportunità possa essere da monito per una maggiore attenzione sui futuri bandi e sulle future opportunità per la nostra città.

Delegazione O.N.M.I.C. di Eboli