EBOLI & POLITICHE SOCIALI. BANDO MINORI: DURA REPRIMENDA DI ALFONSO DEL VECCHIO (PCI)
Politiche Sociali Ultima Ora

EBOLI & POLITICHE SOCIALI. BANDO MINORI: DURA REPRIMENDA DI ALFONSO DEL VECCHIO (PCI)

Povera amministrazione! Non ne indovina una. Povera Eboli, con questa amministrazione.
Non si ricorda un periodo come questo. Eboli è sospesa tra la condizione reale, nota ai cittadini, e quella che si millanta così tanto da crederla vera, da parte del Sindaco, della giunta e della sua maggioranza.
Certo il bando pubblicato che scade entro nemmeno una settimana per un’attività da svolgere a dicembre, riguardante attività socio educative in favore di minori, è grave.
Per chi non perde occasione di “vantarsi” della rottura con il passato, con il vecchio modo di procedere questo bando è davvero più di una buccia di banana su cui si è scivolato.
Eppure noi non ci scandalizziamo. Rientra nell’agire improvvisato e pressapochista del Sindaco Conte, dei suoi assessori e dei suoi consiglieri di maggioranza.
Lo andiamo ripetendo da due anni.
Si stanno dimostrando inadatti al ruolo di amministratori della nostra città.
Non hanno un’idea di città e quindi neanche un progetto. La loro azione politica è scontata, lenta, burocratica. Ognuno va per conto proprio con il Sindaco a fare da paciere. Quello che manca veramente è la passione, il coraggio di accettare e lanciare le sfide per cambiare realmente il volto e il futuro della nostra città.
Ne sono esempi concreti la questione dell’Ospedale Unico della Valle del Sele, la mensa scolastica (prorogata alla vecchia ditta a novembre), la spiaggia per persone con disabilità, la gara dei parcheggi, la prossima gara della gestione dei rifiuti, l’immobilismo dell’azienda speciale che ha sostituito il Piano d zona, la macchina comunale, la sicurezza, la manutenzione, ecc..
Però hanno eletto il Presidente della Consulta della Cultura!