Elezioni Europee: Intervista al coordinatore cittadino del MoVimento 5 Stelle Erasmo Venosi
Politica Ultima Ora

Elezioni Europee: Intervista al coordinatore cittadino del MoVimento 5 Stelle Erasmo Venosi

Lei ha scritto che queste elezioni europee sono le più importanti di quelle fatte in mezzo secolo, perché

Se tre personaggi con specchiata coscienza europea, Macron, Draghi e Letta convergono nel riconoscere e denunciare la decadenza dell’Europa,  quindi il fallimento economico di questa UE basata sull’ Euro e l’austerità e, a proporre ricette che manco lontanamente si pongono il problema del gravissimo deficit di democrazia dentro l’Unione, ma nemmeno il progressivo impoverimento dei lavoratori  allora bisogna davvero svegliarsi e impegnarsi per questo voto. Tutti e tre costoro lo scorso mese hanno pronunciato discorsi istituzionali presentando i loro piani di riforma. L’Europa si sta deindustrializzando, è sempre meno competitiva e in evidente declino.  L’Europa da Maastricht  è cresciuta e cresce, meno della metà degli USA e un quarto della Cina.

 

Allora che fare, cosa propongono loro e i partiti. Evidente per noi quelli italiani, soprattutto  il Movimento 5 Stelle ? 

 La prima cosa è superare / modificare il super liberista Trattato di Maastricht incompatibile rispetto alla economia di guerra che stiamo vivendo e,  che vivremo vista la bipolarizzazione armata e belligerante diciamocelo papale, papale per l’egemonia nel  Mondo. L’impero USA ha problemi di innovazione, primati tecnologici rispetto alla Cina. Draghi ha parlato di rifondazione della UE,  mentre Letta nel suo rapporto sul futuro del mercato unico europeo dei  capitali ne ha denunciato il fallimento. Ha denunciato che tra il 1993 e il 2022 il PIL pro capite USA è aumentato del 60% e quello della UE del 30%. Tra il 2000 e il 2022 la somma algebrica delle variazioni del PIL italiano è pari a zero! Macron invece ha parlato di una Europa“ mortale e che può morire”.  Tutto puntato su una economia di guerra che deve ripensare i suoi modelli di difesa diventando la terza superpotenza alternativa a USA e CINA. Finito il tempo in cui la UE comprava a prezzi convenienti  energia e fertilizzanti dalla Russia, spostava la produzione in Cina esternalizzava la produzione in Cina e delegava la sicurezza agli Stati Uniti d’America. La UE è unica nel rispettare le regole dei commerci mente Cina e USA se ne fregano. Quindi? Aumento degli investimenti finanziati con l’aumento del debito comune. 

Cosa propongono i 5 Stelle e come vi orientate nell’espressione di voto? 

IL Movimento 5 Stelle mette al primo posto la pace e il suo perseguimento attraverso i negoziati diplomatici“ non stop”. Una conferenza di Pace per fermare la guerra in Ucraina. Rilancio del ruolo baricentrico del Mediterraneo. Sanzioni per chi vende armi ai paesi in conflitto e allargamento della UE con ponderazione. IL caso Turchia ne è un esempio. Strategica è la riforma dei Trattati con il superamento del voto all’unanimità. Diritto di iniziativa legislativa al Parlamento UE e non al Consiglio UE. Poi una richiesta che per me è rivoluzionaria: assegnare alla UE competenza ESCLUSIVA su ambiente, biodiversità. Abolizione della sede di Strasburgo. Scomputo investimenti sanitari dal Patto di Stabilità. Superamento / modifica del parametro del deficit all’1,5% del PIL e contrazione del debito annuo dell’1% del PIL per i paesi il cui debito supera il 90% del PIL. Infine i macro dossier di clima, energia e intelligenza artificiale.

 Sul voto avendone tre a disposizione l’indicazione e nostra condivisione è di darne uno alla espressione territoriale del salernitano che è la Felicia Gaudiano già parlamentare del movimento.Domani alle ore 11 presso la sede , il Gruppo Territoriale Movimento 5 Stelle di Eboli , ospitera per un breve dibattito sul voto comunitario la campana Maura Sarno, la pugliese Valentina Palmisano e il lucano Vincenzo Incampo.

24 maggio 2024   

Marco Naponiello