Festeggiata la ricorrenza di Sant’Antonio Abate protettore degli animali nella chiesa di Santa Maria ad Intra al rione Paterno
Eventi Ultima Ora

Festeggiata la ricorrenza di Sant’Antonio Abate protettore degli animali nella chiesa di Santa Maria ad Intra al rione Paterno

di Flavia Falcone

“Dio fonte di ogni bene, che negli animali ci hai dato un segno della tua provvidenza e un aiuto nella fatica quotidiana, per intercessione di san Antonio Abate fa’ che sappiamo vivere saggiamente con essi, riconoscendone la dignità e il limite della nostra condizione umana”. Con queste parole è iniziato il rito della benedizione degli animali svoltosi, come ogni 17 gennaio, sul sagrato della Ciesa di Santa Maria ad Intra, nel Rione Paterno. Un rito antichissimo, che affonda le radici nell’antico legame fra l’uomo e gli altri esseri viventi e che prosegue nel solco dell’enciclica “Laudato sii”.

Il rito, officiato da don Andrea Arminio, si è svolto fra mugolii, latrati, miagolii, uggiolii, ringhi dei diretti interessati, ma anche risate allegre dei proprietari per i quali la breve cerimonia è stata l’occasione di momenti di profonda spiritualità e di condivisione di esperienze ed aneddoti.