Gerardo Rosania:” Sull’ospedale di Eboli De Luca si è incartato”
Politica Ultima Ora

Gerardo Rosania:” Sull’ospedale di Eboli De Luca si è incartato”

OSPEDALE DI EBOLI : DE LUCA CONTRADDICE QUANTO DA LUI STESSO SCRITTO NELLE CARTE.

Che sulla questione ospedaliera nella Piana del Sele il presidente della regione Campania si fosse ” incartato ” da solo , pur di adottare una scelta politica ( tutta politica!) assolutamente priva di qualsiasi supporto tecnico, è cosa che sostengo da tempo.

 

Ora è lo stesso presidente che , al culmine di questa confusione ( da lui stesso creata) cerca di mettere qualche ” pezza a colori” contraddicendo quanto da lui stesso scritto nelle carte.

 

“L’ ospedale di Eboli non chiuderà! È una fesseria chi lo sostiene! Conte la smetta di perdere tempo con questa polemica. Nessuno può pensare di chiudere un nosocomio con il reparto di cardiologia che è tra i migliori reparti d’Italia per tempistica e ed efficacia sui pazienti infartuati”.

 

Parola di De Luca! ( Riportato pari pari dal virgolettato dell’Articolo uscito su ” la Città “).

 

Cioè , in soldoni, il presidente riconosce di avere adottato lui una “fesseria ” .

 

Infatti il Ministero della Salute , con parere n° 19 del 7/11/2023 ha espresso parere positivo sul “documento programmatico ” sugli investimenti sanitari , ai fini della sottoscrizione dell’accordo di Programma con la Regione Campania.

 

E cosa prevede il “documento programmatico” che la Regione Campania ha mandato al Ministero con nota prot. 370397 del 20/7/2023 e successiva nota prot. 377071 del 25/7/2023 ?

 

( Che pare nessuno conosca!

Non lo conosceva il direttore generale dell’ASL quando agli inizi di novembre ha incontrato la delegazione ebolitana guidata dal Sindaco.

Non la conosce De Luca quando dice che l’ospedale di Eboli non verrà chiuso!)

 

Lo leggiamo a pag 40:

“I POSTI LETTO IN DOTAZIONE AL NUOVO OSPEDALE ( 304) SONO DATI DALLA SOMMA DEI POSTI LETTO DEI PRESIDI OSPEDALIERI DI BATTIPAGLIA ED EBOLI.

I 304 POSTI LETTO SARANNO OSPITATI TUTTI NELLA NUOVA STRUTTURA , MENTRE LE VECCHIE STRUTTURE SARANNO IN PARTE DEMOLITE ED IN PARTE RIADATTATE PER OSPITARE STRUTTURE TERRITORIALI , IN PARTICOLARE :

A)IL P.O. DI BATTIPAGLIA SARÀ IN PARTE DISMESSE ED IN PARTE ADIBITO AD ATTIVITÀ TERRITORIALI;

B) IL P.O. DI EBOLI SARÀ INTERAMENTE CONVERTITO IN ATTIVITÀ TERRITORIALI.”

 

E giusto per precisare, sempre a pag. 40 , si legge che la famosa ” cardiologia” ( che è davvero una eccellenza dell’ospedale di Eboli!) di cui parla il Presidente, avrà 24 posti letto , che rientrano nei 304 p.l. che sono ubicati TUTTI, interamente , nella struttura di Battipaglia.

 

L’ospedale di Eboli non si chiude?

Forse il presidente voleva intendere che non si chiude domani mattina, ma fra 1.500 giorni ( che sono i tempi previsti per la costruzione del nuovo ospedale di Battipaglia che assorbirà tutto!)

 

Insomma grande , sembra, la confusione sotto il cielo.

 

Ma ci è andata ancora bene, meno male che il presidente nel suo ” sermone” settimanale , non ha preteso anche i ringraziamenti degli ebolitani.