IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE ANGELO VASSALLO SINDACO PESCATORE PREMIATO AL FESTIVAL NON TACERÒ Social Fest 2024
Eventi Ultima Ora

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE ANGELO VASSALLO SINDACO PESCATORE PREMIATO AL FESTIVAL NON TACERÒ Social Fest 2024

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE ANGELO VASSALLO SINDACO PESCATORE PREMIATO AL FESTIVAL NON TACERÒ Social Fest 2024

 

Nel trentesimo anniversario della morte di Don Peppe Diana, riconoscimento all’impegno per la Legalità e la Giustizia

 

«È con profonda gratitudine e un senso di responsabilità rinnovato che accolgo questo riconoscimento al Festival Non Tacerò – Social Fest 2024. Nel trentesimo anniversario della scomparsa di Don Peppe Diana, un uomo che ha illuminato il cammino della legalità e della giustizia con la sua vita e il suo sacrificio, è un onore essere premiato insieme ad altre personalità che condividono l’ardente impegno per un mondo migliore.

 

In questi trent’anni, le nostre comunità hanno attraversato prove difficili, ma anche momenti di speranza e di resilienza. L’eredità spirituale di Don Peppe Diana continua a risuonare forte nelle nostre coscienze, ispirando azioni concrete per il bene comune. Come presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore, mi impegno a portare avanti il suo messaggio di amore, speranza e impegno per la legalità. E’ stato bello essere premiato insieme a figure autorevoli come: Lorenzo Diana Federico Cafiero De Raho, Don Tonino Palmese, Maiello Luigi, Chiariello Biagio, Trisha Palma, Sergio Gaglianese Mimmo Rubio, Faty Ba, Augusto Di Meo Giannini Editore, Luca Blindo», esordisce Dario Vassallo.

 

«Questo premio è un riconoscimento non solo al mio impegno personale, ma anche a tutti coloro che lavorano instancabilmente per promuovere la cultura della legalità e della giustizia nelle nostre scuole e nelle nostre comunità. Desidero esprimere la mia profonda gratitudine al Secondo Circolo Didattico “Don Peppe Diana” di Acerra (NA) per il loro straordinario lavoro nell’educare le giovani menti all’importanza dei valori etici e morali. La scelta di focalizzare le attività sulle figure dei giusti, come Don Peppe Diana e Angelo Vassallo, testimonia l’urgente necessità di trasmettere ai giovani un messaggio di speranza e di fiducia nel futuro. È essenziale che le nuove generazioni comprendano il valore della legalità, della solidarietà e del rispetto per l’ambiente, affinché possano diventare cittadini consapevoli e responsabili. Ringrazio di cuore gli insegnanti e gli studenti che hanno partecipato attivamente alle attività proposte, dimostrando un profondo impegno verso la costruzione di un mondo migliore. Sono convinto che insieme possiamo superare le sfide che ci attendono e costruire un futuro di pace, giustizia e prosperità per tutti».