La Scuola come strumento di prevenzione della criminalità nei giovani: la riflessione del Movimento “Schierarsi Eboli” di Vito Re
Eventi

La Scuola come strumento di prevenzione della criminalità nei giovani: la riflessione del Movimento “Schierarsi Eboli” di Vito Re

L’aumento degli episodi criminosi in città e di formazione di nuove baby gang ci portano a pensare che si sta radicando sempre più l’ idea che gli atteggiamenti delinquenziali o di bullismo fra coetanei possano essere di uso comune o tollerabili.Premesso che questi fenomeni sono presenti a carattere nazionale e non solo comunale ci chiediamo cosa questa amministrazione ha provato a mettere inc Campo per prevenirli, quali sono i risultati ottenuti  come vorrà procedere per smorzare questo trend e provare a ristabilire un minimo di senso civico puntando ad una comunità sempre più ligia e altruista.

Riteniamo che i percorsi scolastici siano il primo strumento per la formazione di una comunità sempre più attenta e sensibile.

Nel corso degli anni la scuola è risultata sempre più un ascensore sociale permettendo anche a chi proviene da famiglie disagiate di poter cambiare il proprio futuro.Chiediamo quindi all’ Assessore alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione,dott.ssa Cennamo, alla fine dell’anno scolastico ormai agli sgoccioli, i dati relativi alla dispersione scolastica per l’anno 2023/2024, se è in atto qualche iniziativa per evitare il ripetersi della problematica o se ha intenzione di metterne in campo nuove.Auspicando in una risposta o ancor meglio in un confronto,ringraziamo l’ assessore per il tempo che vorrà dedicarci.

Schierarsi Eboli

Vito Re