MANCATO SPOSTAMENTO DEL MERCATO: LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA ACCUSANO L’AMMINISTRAZIONE DEI RITARDI
Comunicato Stampa Ultima Ora

MANCATO SPOSTAMENTO DEL MERCATO: LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA ACCUSANO L’AMMINISTRAZIONE DEI RITARDI

Leggiamo sui quotidiani di oggi della presa di posizione di alcuni gruppi consiliari di maggioranza che ci accusano di voler rallentare i lavori di riqualificazione del Paterno facendo addirittura perdere i fondi previsti per tale opera.
Voglio ricordare che ad oggi lo spostamento del mercato non è avvenuto per gli innumerevoli errori commessi a livello Amministrativo, ricordiamo che lo spostamento era previsto per fine Gennaio come da delibera approvata salvo poi allungare i termini di altri 15 giorni perché non vi erano ancora in atto le procedure di assegnazione, e poi a metà febbraio un ulteriore ritardo evidenziato in una ulteriore delibera per mettere a punto tutti i servizi ancora non attivati per rendere lo spostamento del mercato idoneo.

Il ricorso al Tar, avvenuto solo due giorni fa non può giustificare il ritardo di due mesi, né ora può essere addebitato agli operatori ed a noi Associazioni il ritardo accumulato, ma gli stessi consiglieri comunali dovrebbero chiederlo ai loro rappresentanti, Sindaco e Giunta.

Non intendiamo entrare nel fervore politico che in questo momento la vicenda mercato ha riacceso, come dal primo giorno noi siamo per il dialogo e per la soluzione del problema, il nostro non è volersi contrapporre all’Amministrazione Conte per interessi politici, noi stiamo solo chiedendo di ascoltarci e capire che il Palasele per noi equivale al cimitero per le nostre imprese, quel luogo lo abbiamo già provato ed in pochi anni si sono perse il 60% delle imprese, nulla ci può far cambiare idea perché si mette a rischio solo ed esclusivamente il nostro lavoro e le nostre famiglie.

Come abbiamo sempre detto noi siamo a favore dei lavori di riqualificazione del Paterno, siamo pronti a spostarci domani mattina stesso se ci sono le condizioni di un accordo che salvaguardi sia il lavoro degli operatori sia la tranquillità dei cittadini di Eboli che noi rispettiamo perché sono i nostri primi clienti.

Abbiamo già dato il nostro assenso alla eventuale area definitiva per il mercato all’interno dell’area ex Pezzullo, saremo pronti anche ad investire per metterla in sicurezza, ma in quell’area è aperto un contenzioso che l’Amministrazione sta cercando di portare a termine.

Ci vuole un area temporanea alternativa nel frattempo, questa non può essere il Palasele.

Infine, siamo lieti della riunione della Commissione Attività Produttive, ci rendiamo fin da subito, se invitati, disponibili a partecipare e ragionare con i Consiglieri Comunali al fine di trovare un intesa per superare ogni problematica fin qui sorta.

Aniello Ciro Pietrofesa in rappresentanza di ANVA Confesercenti Provinciale di Salerno, Confesercenti città Eboli, Unimpresa Piana del Sele, Unione Nazionale Consumatori ed Assocampania.