Morta la signora Antonietta vittima del rogo alla palazzina del Paterno: il Ricordo del nipote Roberto D’Elia
Cronaca Ultima Ora

Morta la signora Antonietta vittima del rogo alla palazzina del Paterno: il Ricordo del nipote Roberto D’Elia

Purtroppo ci costa sottolineare la morte della signora Antonietta ( vedova Fiorillo), la quale martedì scorso 19 di dicembre ha subito dei gravi danni alla persona dal rogo colposo sprigionatosi in una delle palazzine popolari al rione Paterno. Pubblichiamo il ricordo commosso e sentito del nipote Roberto D’Elia,, affermato manager e stimato cittadino, cui si associa il cordoglio altrettanto sentito della nostra associazione. Un bacio fin lassù dolce signora Antonietta, Eboli perde una sua memoria storica.

Con il cuore infranto, mi siedo qui a scrivere queste parole condividendo un’esperienza personale che ha toccato il cuore della mia famiglia.

Una tragedia oggi ha portato via a tutti noi nonna Antonietta e ha colpito la nostra comunità ebolitana, resa probabilmente ancora una volta tale dalla gravissima e vergognosa prerogativa, accettata oramai passivamente come prassi perché “cà accussi funziona”, che di fronte a situazioni di emergenza oramai non disponiamo dei mezzi nemmeno più per fregiarci di dire “Cristo si è fermato ad Eboli”: 50 minuti per l’arrivo dei vigili del fuoco e più di 1 ora affinché giungesse sul posto un’ambulanza (oltretutto in codice verde), determina senza dubbio quello stato di estrema miseria morale di cui parlava Carlo Levi che oggi non può che trasmettermi un senso di profondo sconforto nel continuare a credere che è qui dove sogno il mio futuro.