ON. NUNZIO CARPENTIERI (FDI): EBOLI, OMBRE NERE SUL FUTURO DELL’OSPEDALE CITTADINO. DE LUCA RISPONDA AI CITTADINI
Comunicato Stampa Sanità

ON. NUNZIO CARPENTIERI (FDI): EBOLI, OMBRE NERE SUL FUTURO DELL’OSPEDALE CITTADINO. DE LUCA RISPONDA AI CITTADINI

EBOLI, OMBRE NERE SUL FUTURO DELL’OSPEDALE CITTADINO. DE LUCA RISPONDA AI CITTADINI
Una interrogazione al Presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca per conoscere quale sarà il destino dell’ospedale di Eboli, oggi avvolto da un velo di mistero e di incertezza. È quanto ho ritenuto doveroso fare, accogliendo le sollecitazioni arrivate in questo senso dai dirigenti del partito di Fratelli d’Italia ad Eboli, in primis dal capogruppo di FdI, Damiano Cardiello, dal coordinatore cittadino del partito, Donato Gallotta, e da tutto il direttivo ebolitano.
Negli anni scorsi, infatti, i comuni di Eboli e Battipaglia hanno trovato un’intesa con la sottoscrizione, da parte dei due sindaci, di un documento inviato alla Direzione Generale, per aprire un’interlocuzione istituzionale con la Regione per ottenere la costruzione di un nuovo plesso ospedaliero. I posti letto del nuovo ospedale sarebbero stati dati dalla somma di quelli dei presidi delle due città e sarebbero stati ospitati tutti nella nuova struttura. Le vecchie strutture, invece, sarebbero state in parte demolite ed in parte riadattate per ospitare strutture territoriali.
Tuttavia, in spregio a questo accordo, ad oggi non risulta attivato alcun tavolo di discussione di questa proposta e, anzi, la Regione Campania, senza tenere conto delle indicazioni delle istituzioni locali, ha disposto la realizzazione di un nuovo ospedale da edificare a Battipaglia.
La conseguenza di tutto questo è che nulla si sa di cosa accadrà del nosocomio ebolitano: saranno mantenuti i reparti di eccellenza? In caso contrario, quale destinazione sarà attribuita all’ospedale di Eboli? E, soprattutto, quale sarà il destino del personale medico e infermieristico ad oggi in servizio ad Eboli? Sono queste le domande che ho posto a De Luca e alle quali attendo, insieme a tutta la comunità ebolitana, una risposta.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e testo